Rosti di patate al forno, la versione leggera con meno olio è da provare

Suggerite per te

Floriana Bellino
Floriana Bellino
Il cibo è da sempre la mia più grande passione, sui social mi piace dimostrare con le mie ricette che per mangiare sano non bisogna assolutamente rinunciare al gusto e alla buona cucina!
  • Tempo di preparazione: 1 ora
  • Difficoltà: facile
  • Dosi per: 4 persone

Ricetta tipica della cucina tirolese, i rosti di patate sono sempre un’ottima idea per un antipasto sfizioso da servire ai vostri ospiti.

Personalmente mi piacciono molto in purezza, come le patatine fritte o le patate al forno che si mangiano come contorno. Secondo la tradizione però stanno benissimo con la famosa “carne salada” o semplicemente con un bel ricco tagliere di salumi e formaggi tipici delle vostre zone.

Esistono vari modi per preparare questi rosti di patate. C’è chi ci aggiunge un uovo, chi il parmigiano e chi preferisce particolari erbe aromatiche come salvia o rosmarino, chi invece preferisce solamente il classico duo di “sale e pepe”.

Io li ho preparati con una ricetta più semplice e leggera, tutelando al massimo il risultato finale super crispy e gustoso. Ci aggiungo semplicemente sale, olio, pochissima farina e un mix di spezie fatto con timo, salvia, rosmarino, aglio in polvere, pepe bianco e scorza di limone.

Le patate vanno grattugiate con un grattugia a maglie larghe e sciacquate in abbondante acqua per eliminare amido e non farle ossidare. Poi va eliminata tutta l’acqua prima mettendole in uno scolapasta, poi in un canovaccio da chiudere e strizzare al massimo delle vostre forze.

Non vi resta che condirle con tutti gli ingredienti già citati, amalgamare bene tutto per ottenere un composto omogeneo. La farina dovrà scomparire e allo stesso tempo assorbire l’umidità in eccesso.

Ora è arrivato il momento di formare i vostri rosti con le mani, o se volete aiutatevi con dei coppapasta di media grandezza. Lo spessore dei rosti dovrà essere non troppo consistente per far sì che risultino super croccanti dopo la cottura. In più non preoccupatevi se non sono perfetti nei contorni! Quegli sfilacci di patate che rimangono come “scollati” dal rosti sul bordo esterno diventeranno la parte più croccante e soddisfacente all’assaggio.

Io li cuocio al forno a 180 °C per circa 30 minuti per usare molto meno olio e renderli nettamente più leggeri. In alternativa potete benissimo friggerli se vi va: saranno ancora più gustosi, unti e saporiti!

Che ne dite? Ne vale la pena? Dopotutto chi non ha patate, olio e farina in casa? Fateci sapere se li preparerete e taggateci nelle foto delle vostre tavolate! A presto amici di MoltoFood!

Video

Ingredienti

Preparazione

Step 1

rosti di patate step 1

Pela le patate, lavale e grattugiale con una grattugia a maglie larghe.

Step 2

rosti di patate step 2

Sciacqua le patate grattugiate in una ciotola colma di acqua, poi falle scolare in uno scolapasta e per finire strizzale in un canovaccio pulito per eliminare tutta l’acqua.

Step 3

rosti di patate step 3

Condiscile con sale, olio (1 cucchiaio), farina e un mix di spezie a piacere, poi mescola tutto per bene.

Step 4

rosti di patate step 4

Forma i rosti con le mani ben oliate e disponili su una teglia con carta forno (oliata), schiacciali per bene al centro e poi cuocili in forno per circa 30 minuti a 180 °C.

Step 5

rosti di patate step 5

Ed ecco pronti i tuoi rosti di patate al forno, super croccanti, gustosi e saporiti!

- Adv -
- Adv -

Ultime ricette

- Adv -

Scopri anche