San Martino, un mese dedicato alla raccolta delle olive

    Suggerite per te

    - Adv -
    uliveto, olive, olio

    Passeggiare tra gli oliveti secolari e partecipare alla raccolta delle olive. Si può fino al 20 novembre alla Tenuta Cavalier Pepe, a San Martino, con un programma ricco di attività dedicato al periodo della raccolta. Ogni fine settimana sarà l’occasione buona per godersi dei colori di cui si tinge la campagna in questo periodo e dell’aria pura che si potrà respirare, immersi nella natura.

    La spiegazione di tutte le fasi del ciclo di vita dell’ulivo e del processo di produzione dell’olio permetteranno a ogni visitatore di rendersi conto di come dalle piante di ulivo si arrivi a realizzare un extravergine di qualità.

    Olio d’oliva, i produttori italiani ancora una volta i più premiati in un concorso mondiale

    Il programma

    La raccolta delle olive

    Alle 11.00 i visitatori saranno accolti in cantina e riceveranno uno zainetto personale esclusivo per la colazione. Poi si inizia la passeggiata tra gli oliveti secolari e le più importanti varietà di olivo autoctone irpine. La Ravece, la Marinese e l’Ogliarola Avellinese. Chi vorrà, potrà non solo assistere, ma anche partecipare alla raccolta. Milena Pepe, appassionata padrona di casa, o i collaboratori tecnici dell’azienda, offriranno tutte le spiegazioni sulla coltivazione delle olive e la produzione dell’olio.

    Continuando la passeggiata, tra un susseguirsi di piacevoli sensazioni, si arriverà sul crinale della collina. Qui si potrà brindare tra gli uliveti con “Oro Spumante” e “Vela Vento Vulcano” Irpinia Rosato, accompagnati dallo spuntino campestre. Sarà lo scenario naturale ideale per procedere alla degustazione di tre oli di oliva locali, tra cui l’olio di oliva extravergine “I Tre Colli”.

    Il pranzo

    Alle 13.00 si inizierà a pranzare presso l’adiacente ristorante La Veduta, dove si potrà godere di un’ampia visione panoramica sui circostanti borghi d’Irpinia. Il “Menu Contadino” proposto è stato pensato per esaltare i sapori dei prodotti locali, i vini e l’olio della Tenuta. In degustazione ci saranno “Vigna Santa Vara” Irpinia Falanghina DOC 2020, “Brancato” Fiano di Avellino Riserva DOCG 2020. E ancora, “Terra del Varo” Irpinia Aglianico DOC 2018, “Opera Mia” Taurasi DOCG 2015 e “Cerri Merry” Vino Aromatizzato del Cavaliere.

    Per il menu, ci sarà una ricca selezione di prelibatezze, partendo dall’antipasto (selezione di salumi e formaggi irpini; purè di patate e porcini; zuppa di fagioli e castagne; petali di zucca in agrodolce con peperone crusco; con in abbinamento olio extravergine “I Tre Colli”). Continuando con il primo (paccheri con crema di zucca e pancetta). Poi il secondo (vitello cotto a bassa temperatura con salsa all’aglianico; patate novelle) fino ad arrivare alla frutta di stagione e alla crostata di castagne e cioccolato.

    Video

     

    Particolare attenzione è riservata ai bambini. Per loro sono previsti menù dedicati con antipasto di prosciutto crudo e formaggio, pasta al pomodoro, cotolette, patatine e dessert. Durante il pranzo, potranno partecipare ad un laboratorio educativo con degustazione alla cieca di marmellate, ideato per avvicinare i più piccoli ai gusti e ai percorsi sensitivi. Il ristorante dispone anche di un’area giochi all’aperto.

    Liscio come l’olio: la ricetta del manzo in oliocottura in salsa verde

    - Adv -

    Crepes, la ricetta classica per iniziare la giornata alla grande

    Video
    - Adv -

    Ultime ricette

    Scopri anche

    - Adv -