Dù Cesari a Lissone, un angolo di Trastevere nel cuore della Brianza

    Suggerite per te

    - Adv -
    Carbonara, spaghetti, spaghettoni, guanciale

    Alle porte di Milano, nella cittadina di Lissone, c’è la cucina romana che non ti aspetti. È il nuovo progetto dello chef capitolino Danilo Pelliccia, che dopo aver conquistato Torino con la veracità culinaria della sua terra, apre in Brianza Dù Cesari. Un ristorante con una gastronomia schietta e genuina, che si compone di materie prime ricercate e ricette salvate dall’oblio. Dalla Minestra con l’arzilla alla Trippa al sugo fino al Cervello fritto, senza dimenticare di omaggiare il territorio che lo ospita con il Tonnarello rivisitato Cacio e pepe allo zafferano.

    Da Dù Cesari sa di buono anche quel che si trova in vendita nel corner “Made in Carcere”. Sono i braccialetti e i décor del social brand che offre una seconda opportunità a donne e minori detenuti, progetto di cui lo chef è Ambassador. L’atmosfera che si respira è tipica delle osterie trasteverine, storico rione della Città eterna, tra gigantografie fotografiche dell’“VIII Re di Roma” Francesco Totti, busti del grande conquistatore Giulio Cesare e incursioni musicali, il giovedì sera, a suon di celebri stornelli romani. Dal mercoledì al venerdì il pranzo ha una formula “special”: primo, acqua e caffè si pagano 12 euro; il costo sale a 16 se si sceglie un secondo con un contorno.

    Dù Cesari

    Lissone (MB), via Antonio Gramsci 44; tel. 0392298129; sito www.ducesari.it; chiuso il lunedì; prezzo medio 40 euro.

    - Adv -

    Crepes, la ricetta classica per iniziare la giornata alla grande

    Video
    - Adv -

    Ultime ricette

    Scopri anche

    - Adv -