Perde 110 chili in un anno con la dieta chetogenica, poi si laurea con una tesi su se stesso: «Così mi sono salvato»

Suggerite per te

- Adv -
olio olive

Cristian Pico si è appena laureato in Scienze Gastronomiche Mediterranee presso la Facoltà di Agraria dell’università Federico II di Napoli: ha conseguito il titolo con una tesi sulla sua dieta e sulla sua applicazione, visto che ad pesava 210 chili. A distanza di un anno, invece, è arrivato a 99. E così, come racconta, l’esperienza personale del 29enne è diventata l’argomento contenuto nella tesi dal titolo «L’olio extravergine di oliva in una dieta chetogenica».

Salsiccia e friarielli, la ricetta per un secondo intramontabile

La storia di Cristian

Cristian, nell’aprile 2022, doveva operarsi con una Sleeve Gastrectomy per risolvere la sua obesità, ma alla fine è riuscito a dimagrire in altro modo. Grazie all’esame in nutrizione e sostenibilità della docente Francesca Marino, ha capito che poteva utilizzare la dieta chetogenica alternata a quella mediterranea.

Cotolette di cavolfiore al forno, la ricetta super golosa

Così facendo, un anno dopo, il suo peso è arrivato a 99 chili. Cristian aveva già intuito la strada da percorrere all’inizio del corso: «Un prof ci spiegò che come carburante principale non esisteva soltanto il glucosio, ma si potevano usare altri macronutrienti (i grassi e le proteine)» ha ricordato Pico. «Ero incuriosito dall’argomento, ma la mia immaturità professionale in quel momento mi ha fatto scegliere la via più breve. Ho quindi seguito una dieta chetogenica trovata sul web, ma non era basata su dati scientifici e ho messo a rischio la mia vita».

Poi però nel secondo semestre, con il corso in Nutrizione e sostenibilità in cucina e l’incontro con la professoressa Marino, ha trovato finalmente il percorso giusto. «Ho iniziato con lei la chetogenica secondo il protocollo scientifico Vlckd (Very low-calorie ketogenic diet) che prevede un dimagrimento rapido ma sano. In un anno ho infatti perso 110 chili, ho valori del sangue perfetti, gli esami sul cuore sono eccellenti, e non ho dovuto operarmi» ha raccontato. In un anno, però, ha fatto anche alcune pause con una dieta mediterranea classica.

Cosa cucinare per cena? Ecco la ricetta dei bocconcini di pollo con radicchio e noci

La tesi

Cristian ha anche elaborato delle ricette chetogeniche utilizzando olio extravergine di oliva, che poi ha introdotto nella sua tesi di laurea.  La sua esperienza, quindi, è diventata l’argomento contenuto nella tesi dal titolo «L’olio extravergine di oliva in una dieta chetogenica», con relatore il docente Raffaele Sacchi e correlatrice proprio Marino, con le foto del prima e del dopo che provano i benefici di questo tipo di dieta. Attualmente, sta distribuendo la massa magra e muscolare con l’attività fisica e sta per iniziare la magistrale in Sustainable Food Systems. «Spero che il mio caso sia da esempio per chi soffre di obesità: con metodo e personale qualificato, possiamo uscirne», ha chiosato Pico.

Melanzane ripiene di cous cous, la ricetta che non ti aspetti

- Adv -

Chips di finocchi gratinati, la ricetta senza olio in cottura

Video
- Adv -

Ultime ricette

Scopri anche

- Adv -