Insalata russa, ricetta e segreti per un piatto da star

    Suggerite per te

    - Adv -
    Marco Parisi
    Marco Parisi
    "Mangia sano e il tuo corpo ti ringrazierà ogni giorno." Sono un grande appassionato di gastronomia e cibo! Ho iniziato la mia carriera lavorando in diversi ristoranti e hotel, ma non mi sono fermato lì. Ho unito alla passione per la gastronomia il mio debole per la scrittura e ho iniziato a collaborare con diversi blog di food e ristorazione. Cibo però non significa solo "mangiare". Ecco perché ho ampliato le mie conoscenze nel campo della salute e del benessere. Ora mi dedico alla scrittura che metta al centro uno stile di vita sano, ma senza mai rinunciare al gusto.
    • Tempo di preparazione: 02 min
    • Difficoltà: Facile
    • Dosi per: 4 persone

    L’insalata russa, piatto ricco di colore e sapore che tutti, almeno una volta nella vita, hanno avuto l’onore di gustare. Un piatto che ha attraversato nazioni e secoli, modificando la sua forma ma mantenendo sempre la sua essenza. Quando pensiamo all’insalata russa, ci viene in mente un mix di patate, verdure e quella densa e cremosa maionese che la rende irresistibile. Ma come nasce questa prelibatezza e come possiamo prepararla nel modo più autentico e saporito possibile?

    Perché si chiama insalata russa?

    Dietro ogni piatto c’è una storia, e l’insalata russa non fa eccezione. Nonostante il suo nome, questa insalata non ha origini esclusivamente russe. Ha in realtà radici profonde nella nostra tradizione culinaria. La sua origine, infatti, si perde tra Russia e Francia, ma sono le mani delle nonne italiane a renderla speciale e inconfondibile.

    Si potrebbe chiedere: perché “russa”? Ebbene, la storia racconta di un cuoco francese che, lavorando in Russia, creò questo piatto in onore della sua patria d’adozione. Ma c’è anche chi dice che l’insalata russa, conosciuta anche come insalata Olivier, prenda il nome dal suo creatore, lo chef russo Lucien Olivier, che l’ha inventata in un ristorante di Mosca nel XIX secolo.

    Ma la verità è che ogni paese ha la sua versione. L’insalata russa è un piatto versatile, in cui la freschezza degli ingredienti incontra la cremosità della maionese, creando un connubio di sapori che fa venire l’acquolina in bocca.

    Come fare l’insalata russa

    Per ottenere il risultato migliore in cucina, è fondamentale prestare attenzione a piccoli dettagli. Per esempio, la scelta delle verdure: fresche e croccanti, devono essere cotte al punto giusto per mantenere quella consistenza che le contraddistingue. La maionese, poi, è l’anima del piatto. Se volete farla in casa, trovate tutto il procedimento step by step qui: maionese. In questo caso sarà più genuina e gustosa, e avrà quella cremosità che la distingue dalla sua versione industriale. Per chi ha problemi di intolleranze o semplicemente preferisce una versione più leggera, può optare per questa versione vegana facile e gustosissima: maionese vegana fatta in casa. E se non hai tempo per prepararla, non preoccuparti, anche quella comprata andrà benissimo! L’importante è sceglierne una che ti piace.

    Un altro consiglio prezioso è saper equilibrare i sapori. I sottaceti, ad esempio, danno un tocco in più, ma non devono mai sovrastare gli altri ingredienti. L’insalata russa è un piatto da gustare lentamente, per apprezzarne ogni sfumatura.

    Pronti per andare in cucina, quindi. Ma prima… Salva queste idee per le tue prossime ricette!

    Insalata russa

    Ingredienti

    Preparazione

    Step 1

    Inizia pelando le patate e le carote. Tagliale a cubetti di circa 1 cm. Cuoci le patate, le carote e i piselli (se freschi) in acqua bollente salata. Ogni verdura ha un tempo di cottura diverso, quindi cuocile separatamente e assicurati che rimangano al dente. Una volta cotte, scolale e lasciale raffreddare.

    Step 2

    Nel frattempo, metti le uova in un pentolino con acqua fredda. Porta ad ebollizione e cuoci per circa 9-10 minuti. Una volta cotte, immergile in acqua fredda per fermare la cottura e rendere la pelatura più facile. Pela le uova e tagliale a cubetti.

    Step 3

    Se vuoi preparare la maionese in casa ecco qui in breve il procedimento. Per approfondire scopri la nostra ricetta completa: maionese fatta in casa.

    In una ciotola, rompi un uovo e separa il tuorlo dall’albume. Aggiungi un pizzico di sale e inizia a montare con una frusta, aggiungendo lentamente dell’olio di semi. Continua a montare fino a quando non ottieni una consistenza densa e cremosa. Regola di sale e pepe.

    Step 4

    In una ciotola capiente, unisci le verdure, le uova e i sottaceti tritati. Mescola delicatamente, poi aggiungi la maionese. Assicurati di mescolare con cura per evitare di rompere le verdure.

    Step 5

    Trasferisci l’insalata in un piatto da portata e livella la superficie. Puoi decorare con qualche fettina di sottaceto o con prezzemolo tritato. L’insalata russa è ottima sia a temperatura ambiente che fredda. Conservala in frigorifero se non la servi subito.

    Insalata russa e cose da sapere

    Come si chiama l'insalata russa in russo?

    In russo, l’insalata russa si chiama “салат Оливье” (Salat Oliv’ye), e fa riferimento al cuoco Lucien Olivier che l’avrebbe inventata nel XIX secolo a Mosca.

    Quante calorie ha 100 g di insalata russa?

    100 grammi di insalata russa contengono circa 150-200 calorie. La quantità esatta dipende dagli ingredienti specifici e dalla quantità di maionese utilizzata.

    Che vino abbinare con insalata russa?

    L’insalata russa si abbina bene con un vino bianco fresco e leggero, come un Pinot Grigio o un Vermentino. Questi vini contrastano la cremosità del piatto con la loro acidità.

    Come utilizzare l'insalata russa avanzata?

    L’insalata russa avanzata può essere utilizzata come ripieno per sandwich o tramezzini. In alternativa, può essere servita accanto a carne alla griglia o pesce per un pasto completo e saporito.

    - Adv -
    - Adv -

    Ultime ricette

    Scopri anche

    - Adv -