Il fascino dell’osteria: la ricetta del cinghiale al ginepro

La passione e i prodotti migliori del territorio: ecco gli ingredienti per assaporare i gusti buoni e semplici

Suggerite per te

Un poco osteria, un poco bistrot, magari con una spruzzata di wine bar: il nuovo formato gastronomico che conquista il palato dei giovani romani conquista ogni giorno anche consensi. Soprattutto, traccia una mappa del buono che non è più tutta focalizzata sul centro. Non a caso, per un indirizzo minimal e raffinato come Retrobottega dietro al Pantheon, abbiamo a Centocelle due realtà vivacissime come Menabò e Cento. E, sempre allo stesso modo, troviamo la gioiosa Lo’Steria a galleggiare con trippa e coda sopra la movida modaiola di Ponte Milvio.

Mentre all’Appio, lo stellato Adriano Baldassarre con L’Avvolgibile si diverte a evocare nostalgici sapori da osteria anni ’80, quegli stessi anni pannosi delle pennette alla vodka che fanno parte di una sezione divertente della proposta di Litro sulla Prenestina. Con la scelta delle materia prima cresce anche la selezione e offerta dei vini, per cui non è difficile oggi trovare in locali come Menabò a Centocelle dove si possono degustare grandi etichette del mondo a ricarichi gentili.

Ma il trend non si limita alle mura della Capitale e si prolunga anche fuori. Un esempio per tutti è l’Osteria del Borgo, luogo enciclopedico dove i migliori salumi e formaggi, gli oli e vini inusuali si accompagnano a ricette appassionate che vanno dall’amatriciana al cinghiale.

La ricetta del cinghiale al ginepro di Annibale Mastroddi, Antica Macelleria Annibale – Roma

Annibale Mastroddi, macellaio di razza e grande gusto, propone una ricetta da osteria fuori porta: il cinghiale al ginepro.

Ingredienti

Preparazione

Step 1

Mettete la polpa di cinghiale a marinare una mezza giornata con sale, sedano, carota e spezie.

Step 2

A seguire fate rosolare il tutto in un tegame di coccio in olio e cipolla tagliata fine e mettete a seguire il ginepro e la marinatura.

Step 3

Ci vorranno un paio di ore di pazienza e saggia aggiunta del brodo per avere un piatto umoroso e di grande sapore. In famiglia ci mettiamo vicina la polenta.

Step 4

Vino consigliato: Brunello di Montalcino

- Adv -
- Adv -

Ultime ricette

- Adv -

Scopri anche