Dieta per non invecchiare: i sei cibi consigliati per rimanere giovani e attivi, sia nel fisico che nella mente

    Suggerite per te

    - Adv -
    dieta, verdure, legumi

    Se il vostro desiderio è quello di rallentare il processo di invecchiamento, allora è possibile farlo senza troppi sforzi e inserendo soltanto sei cibi all’interno della vostra dieta quotidiana. Gli esperti sono d’accordo nell’affermare che le verdure, gli oli sani, i legumi, la frutta a guscio, cibi fermentati e la frutta fresca contengono i giusti componenti e nutrienti per assicurare una vita più sana e una maggiore longevità, sia fisica che mentale, secondo un’indagine pubblicata sul DailyMail.

    Vediamo perché e di quali cibi si tratta.

    Torta ricotta e pere, la ricetta per una colazione sana e genuina

     

    Le verdure

    Le verdure di color verde scuro, in particolare, sono piene di vitamina A e C, minerali, fibre, nitrati e componenti bioattive, che aiutano in particolare a rallentare il declino cognitivo e prevenire il danneggiamento delle cellule. Le verdure a foglia possiedono delle sostanze fitochimiche, come la clorofilla, che fungono da protezione contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento. Più scuro è il verde, più clorofilla contiene l’alimento.

    Inoltre, gli antiossidanti presenti in queste verdure, come la luteina, aiutano ad avere una pelle idratata ed elastica e a proteggersi dai danni solari. Esempi di questo tipo di verdure sono il cavolo, il crescione, i broccoli, la bietola e gli spinaci.

    Rotolo di spinaci, la ricetta colorata e filante che piace a tutti

    Gli oli buoni

    Gli oli derivati dalle piante contengono acidi grassi, grassi monoinsaturi e antiossidanti (che, come abbiamo visto, combattono i radicali liberi e impediscono l’invecchiamento prematuro). In particolare, l’olio di cocco aiuta a prevenire le macchie dovute all’età e quello extra vergine di oliva, grazie allo squalene, rende la pelle morbida e idratata. In generale, l’olio di oliva è utile nella prevenzione di linee sottili e delle rughe.

    Sia le olive e l’olio di avocado, per di più, fanno diminuire il rischio di contrarre l’Alzheimer e la demenza senile. Anche il semplice consumo di avocado, grazie alla vitamina A, aiuta ad eliminare le cellule morte della pelle per avere una pelle più luminosa, tanto che è possibile anche utilizzarlo per fare delle maschere per il viso.

    Guacamole: una salsa sfiziosa a base di avocado pronta in 10 minuti

    I legumi

    Innanzitutto, questa categoria di alimenti contiene fibre, proteine, minerali, carboidrati complessi e vitamina B, e tutto ciò contribuisce al supporto delle funzioni cognitive. Ricordiamo che l’invecchiamento non interessa, infatti, solo l’aspetto estetico, ma anche la nostra capacità di pensare e ragionare.

    I fagioli, in particolare, contengono antocianine e isoflavoni, due componenti che combattono l’invecchiamento prematuro dovuto ai raggi ulravioletti e alle infiammazioni. I fagioli neri, invece, sono pieni di antiossidanti per la prevenzione del danneggiamento cellulare.

    Altri esempi di legumi sono le lenticchie e i ceci, ed entrambi promuovono la produzione di collagene, grazie al quale possiamo ottenere una pelle sana e brillante.

    Cotolette di ceci: la ricetta facile, veloce e irresistibile!

    Frutta a guscio

    L’assunzione della frutta a guscio fornisce proteine, antiossidanti, vitamine, minerali e grassi insaturi. In particolare, le mandorle contengono la vitamine E, utile per proteggere la nostra pelle dai raggi ultravioletti, ma anche per riparare tessuti e mantenere l’idratazione necessaria a prevenire le rughe. Le noci, d’altra parte, grazie agli acidi grassi omega-3, rafforzano le membrane cellulari delle pelle e fanno da barriera ai danni del sole. Per di più i polifenoli hanno un forte potere antiossidante.

    La frutta a guscio, in generale, è essenziale per diminuire la possibilità di un declino cognitivo e la perdita di tessuto muscolare, ovvero due delle conseguenze dell’invecchiamento.

    Torta di mandorle, la ricetta soffice e gustosa

    Cibi fermentati

    I cibi fermentati sono creati tramite un processo controllato di trasformazione chimica che si produce aggiungendo componenti microbiali. Se la definizione può fare paura, basti pensare al latte che diventa yogurt per capire che è totalmente naturale e privo di rischi.

    Questa categoria di cibi ha proprietà anti-età, antinfiammatorie, antidiabetiche, antiallergeniche, anticancerogene e combatte l’ipertensione. Altri esempi di alimenti di questo tipo che è possibile aggiungere alla nostra dieta sono il vino, il miso, il kimchi, il pane a lievitazione naturale e i crauti.

    Risotto allo zafferano con riduzione al vino rosso, la ricetta cremosa

    Frutta

    Due frutti in particolare hanno delle proprietà che aiutano a prevenire l’invecchiamento in vari modi. La papaya, ad esempio, è un “supercibo” ricco di antiossidanti ma anche di vitamine A, C, K e E. Oltre all’aiuto fornito dagli antiossidanti nella lotta contro i radicali liberi, il frutto possiede un enzime, la papaina, che possiede degli agenti antinfiammatori di grande aiuto nella prevenzione dell’invecchiamento. Per di più, aiuta il corpo ad eliminare le celulle di pelle morta.

    I mirtilli, invece, contengono vitamine A, C e soprattutto un antiossidante specifico chiamato antocianina, che protegge la pelle dai danni del sole e dell’inquinamento attraverso il controllo della risposta del nostro corpo al processo infiammatorio, il che previene la perdita di collagene. Infine, i mirtilli diminuiscono e rallentano la perdita della vista e della cognizione dovute all’avanzamento dell’età.

    - Adv -

    Crostata al cacao con crema di cioccolata bianca e frutti di bosco: una delizia!

    Video
    - Adv -

    Ultime ricette

    Scopri anche

    - Adv -