Dieta "zero calorie", gli effetti sulla linea del consumo eccessivo di bevande e cibi senza zuccheri

Suggerite per te

Seguire una dieta per perdere peso non è sempre facile e spesso assumere alimenti o bibite gustose ma prive di zuccheri può aiutare a sentirsi meno privati del piacere del gusto. Ma le bevande “zero calorie” sono veramente di aiuto nel dimagrimento? Quali sono gli effetti a lungo termine delle loro assunzione?

Dieta zero calorie, 5 effetti collaterali delle bibite light

Prive di calorie e zuccheri, le bevande dietetiche sono considerate spesso un’alternativa salutare  alle bibite zuccherate. Ma come per tutti i consumi, una loro assunzione eccessiva può comportare diversi effetti indesiderati e influire negativamente sulla salute sia a lungo che a breve termine. Ecco 5 effetti indesiderati che non conoscevi.

 

1. Potrebbero compromettere la salute dell’intestino

Alcune ricerche suggeriscono che i dolcificanti artificiali presenti nelle bibite dietetiche potrebbero avere effetti negativi sui batteri benefici nel tratto digestivo. Il microbioma intestinale svolge un ruolo chiave in molti aspetti della salute, tra cui la funzione immunitaria. Secondo uno studio riportato da Healthline il dolcificante artificiale saccarina altera la gestione della glicemia e causava squilibri nei batteri intestinali nel 57% delle persone. L’aspartame è uno dei dolcificanti non nutritivi più comuni nelle bibite dietetiche. Molti studi hanno studiato la sua sicurezza, ma pochi hanno esaminato i suoi effetti sul microbioma umano.

Dieta dei liquidi, -3 chili in tre giorni: il menù del regime alimentare anti-cellulite (scelto anche da Gwyneth Paltrow)

2. Danneggiano lo smalto dei denti

Sebbene le bibite light non contengano zucchero la loro acidità, a lungo andare, mette a dura prova la salute dentale influenzando significativamente la rugosità superficiale dello smalto dei denti.

3. Possono causare mal di testa

Per alcune persone, bere diverse porzioni di una bevanda zero calorie al giorno potrebbe causare mal di testa. Ciò può essere dovuto ad alcuni dolcificanti artificiali come l’aspartame. Secondo alcune ricerche riportate da Helathline, l’aspartame è legato a diversi effetti collaterali se consumato in quantità elevate come mal di testa, emicranie e irritabilità. Per non parlare poi della caffeina, comunque presente in molti drink zero zuccheri.

Dieta, la bevanda a base di frutta che riduce la fame

4. Potrebbero diminuire la densità ossea

Le bevande zero calorie contengono diversi composti che possono influire negativamente la salute delle ossa. Questi composti includono la caffeina e l’acido fosforico. Un altro studio su oltre 17.000 adulti ha scoperto che le persone che consumavano regolarmente bevande analcoliche avevano un rischio maggiore di fratture ossee.

5. Potrebbero essere associate a voglie di zucchero

Alcune ricerche suggeriscono che i dolcificanti artificiali presenti nelle bibite dietetiche possono avere lo stesso effetto dello zucchero normale sul così detto “percorso di ricompensa del cibo” nel cervello, il che potrebbe portare ad un aumento della fame e dell’assunzione di cibo.

Secondo i ricercatori le bevande light  potrebbero aumentare infatti il desiderio e la dipendenza da zucchero, rendendo molto più difficile ridurne l’assunzione e seguire un regime dietetico ipocalorico.

Per questi diversi motivi è bene consumare bevande dietetiche con moderazione e abbinarle a una dieta nutriente e completa. Un aiuto in tal senso potrebbe essere fornito dalla parziale sostituzione di queste bevande con acqua aromatizzata o tè non zuccherato.

Dieta del Sole, – 2 kg in una settimana e abbronzatura perfetta: i segreti (e il menù) del regime alimentare da “spiaggia”

- Adv -
- Adv -

Ultime ricette

- Adv -

Scopri anche