Le Petit Chef, la tavola diventa uno show hi-tech per occhi e palato

Suggerite per te

Immersivo, multisensoriale, goloso e decisamente spettacolare. È “Le Petit Chef”, nuovo appuntamento di gusto proposto, in anteprima assoluta per l’Italia, dall’Aleph Rome Hotel. Conquista occhi e palato, giocando sul dialogo tra sapori, realtà aumentata e videomapping.

Le Petit Chef

I tavoli del ristorante 1930 – dal giovedì alla domenica, in due fasce orarie, alle 18,30 e alle 21 – si trasformano in display dinamici per ospitare, nel corso del pasto, le avventure animate del “piccolo chef”. Sono tutte incentrate sulla realizzazione dei piatti che poi, reinterpretati dall’executive chef Carmine Buonanno, vengono effettivamente serviti.

Creato nel 2015 dal collettivo artistico Skullmapping, lo “show” si fa modo alternativo – e suggestivo – per vivere la tavola. L’offerta spazia tra due menu da cinque portate, “Le Grand Chef” e “Le Petit Chef classico”, con piatti di carne e pesce, e “Le Petit Chef Vegetarian”, sempre con cinque portate. Non manca un menu per bambini, “Junior Chef”.

I piatti

Tra i piatti, la Zuppetta di molluschi e crostacei con il suo guazzetto e patate, e il Risotto con astice, caviale Oscietra, crema di salicornia e lime, da gustare su una tavola trasformata addirittura in un fondale marino, tra pesci e coralli. Senza dimenticare lo Sformatino al cioccolato fondente con gelato alla vaniglia, “preparato” sulla neve.

Tecnologia e cucina: da oggi il Tiramisù si “stampa” in 3D

- Adv -
- Adv -

Ultime ricette

- Adv -

Scopri anche